Osteopatia

Sei qui: Home / Osteopatia

PRESENTAZIONE OSTEOPATIA

L’osteopatia è una terapia manuale che mira a correggere le disfunzioni che alterano il fisiologico movimento delle strutture o degli organi inducendo dolore, limitazione di movimento e influendo negativamente sulle altre strutture ad esse connesse. Ricorre ad una metodologia che ricerca la causa della problematica senza limitarsi al solo sintomo, infatti, a volte questa risiede altrove rispetto alla zona che riporta indolenzimento. La finalità del trattamento risiede nel ripristinare la capacità di recupero del soggetto.

Si occupa principalmente di disturbi muscolo-scheletrici che possono alterare la postura e la biomeccanica ma anche di eventuali correlazioni con i visceri e con il sistema cranio-sacrale agendo, così, sul sistema digestivo, circolatorio, genito-urinario, neurologico e neurovegetativo.

L’osteopatia è una terapia che supporta la persona ad ogni fascia di età nella prevenzione e/o cura dei disturbi e, inoltre, può collaborare con altre figure mediche, affiancare percorsi riabilitativi e rieducativi motori, coadiuvare gli odontoiatri ed altro ancora.

Il trattamento osteopatico è utile:

  • Nello SPORT. Favorisce la prevenzione dagli infortuni e il miglioramento della prestazione rivelandosi utile, allo sportivo, agendo sui sovraccarichi e sugli stress che possono indurre la comparsa di infortuni. Le sollecitazioni indotte dalla pratica sportiva su alcune zone del corpo può portare a tensioni, infiammazioni e limitazioni e/o alterazioini di movimento che, oltre ad avere un impatto negativo sul gesto atletico, costringono il corpo a muoversi con schemi motori alterati e spesso non funzionali. L’osteopatia può affiancare lo sportivo, sia amatoriale che agonista, riducendo in fase acuta la sintomatologia dolorosa e velocizzando i tempi di recupero e, in fase preventiva, rimuovendo le alterazioni posturali che potrebbero sfociare in infortuni e lunghi periodi di fermo.
  • In GERIATRIA. Agendo sul sistema muscolo-scheletrico si migliora la postura del soggetto spesso alterata e poco funzionale nella terza età. In questa fase della vita possono presentarsi importanti limitazioni dei movimenti e insicurezze nell’eseguire dei compiti motori accessibili fino a poco tempo prima. Migliorando la mobilità articolare, eliminando le tensioni che possono generarla e migliorando la postura si ottiene anche un miglioramento della qualità di vita, un aumento della sicurezza dei gesti quotidiani e un recupero del senso di indipendenza.
  • Nei DOLORI DI SCHIENA. I dolori alla schiena sono differenti sia per localizzazione sia per causa ( traumi, postura, disfunzioni, paramorfismi e dimorfismi, blocchi articolari, protusioni o ernie, tensioni viscerali). In questo ambito l’osteopatia può eliminare o limitare le tensioni e/o alterazioni che generano dolore ripristinando la migliore funzionalità possibile.
  • Nei MAL DI TESTA. Sono diverse le tipologie di cefalea e molteplici le cause che possono indurla (dalla postura al trauma, dallo stress agli organi di senso alle tensioni muscolari). Grazie alle tecniche specifiche per il cranio si riduce e/o elimina la disfunzione che genera la sintomatologia dolorosa ripristinando la condizione ottimale e riducendo l’assunzione di farmaci.
  • Nel MAL DI PANCIA. L’apparato digerente, ricco di terminazioni nervose, è in stretta relazione con la psiche. Stress, ansia, agitazione e altre emozioni negative possono portare a tensioni viscerali che si manifesteranno con dolori e tensioni addominali e un mal funzionamento degli stessi generando, così, disturbi secondari. Utilizzando delle tecniche specifiche per i visceri è possibile ridurre le tensioni addominali, migliore il funzionamento degli organi e ripristinare un migliore qualità di vita.
  • Nei DOLORI MESTRUALI. In presenza di un ciclo mestruale doloroso si hanno delle ripercussioni sul tratto lombare della colonna vertebrale, dolore pelvico e addominale, nausea, senso di vomito e altri sintomi dolorosi. Tramite l’osteopatia si possono sciogliere le tensioni fasciali collegate all’utero, aumentare la mobilità della colonna vertebrale riducendo il dolore e l’infammazione di organi e nervi permettendo, così, alla donna di ridurre la sintomatologia dolorosa che spesso diventa invalidante.
  • Nella GRAVIDANZA. Nel periodo della gravidanza il corpo della donna si modifica velocemente e spesso il corpo non riesce ad adattarsi al meglio, assistendo all’insorgenza di tensioni e dolori a livello lombare e della muscolatura addominale. Aiutando il corpo ad adattarsi a questi mutamenti, aiutando la mobilità del rachide lombare e l’elasticità muscolare e fasciale dell’addome si migliora la qualità della vita avendo benefici anche durante il parto.