Tai Chi Chuan

Sei qui: Home / Tai Chi Chuan

Tai Chi Chuan

Tai Chi Chuan

LE 4 CHIAVI DEL TAI CHI CHUAN

Il Tai Chi Chuan attraverso 4 chiavi riesce a sbloccare  e a migliorare la condizione psicofisica di ogni praticante di questa disciplina.

La pratica costante e la concentrazione sono alla base di ogni risultato.

“L’INTENZIONE DIRIGE IL CHI, IL CHI DIRIGE IL CORPO”

Prima chiave:
La prima chiave del Tai Chi Chuan agisce sul corpo.
La pratica permette e tutti i praticanti, da chi deve recuperare a chi deve migliorare le proprie prestazioni, di migliorare la postura, si aumenta la propriocezione, si migliorano l’equilibrio e la coordinazione, si aumenta l’elasticità e il controllo corporeo.
Ma soprattutto insegna la sincronia tra respiro e movimento permettendo al praticante di acquisire forza, sicurezza e determinazione.

Seconda chiave:
La seconda chiave del Tai Chi Chuan agisce sulle emozioni, infatti, questa disciplina aiuta ad affrontare in modo costruttivo le varie emozioni che possono presentarsi durante la pratica e permette di costituire e padroneggiare uno stato emotivo stabile e quieto da riprodurre nella vita quotidiana.
Stabilità, forza e determinazione saranno alla base della quotidianità, il praticante riuscirà ad alternare in modo consapevole e costruttivo queste virtù con mutevolezza, cedevolezza e sensibilità.

Terza chiave:
La terza chiave del Tai Chi Chuan  è rappresentata dalla mente. La pratica induce lo sviluppo di un pensiero lucido e focalizzato che agisca in sinergia con le emozioni, infatti, il Taiji Quan viene anche definito come una “meditazione in movimento”.
Lo stato meditativo sollecita le aree corticali responsabili della concentrazione, della memorizzazione, della focalizzazione e, inoltre, dell’empatia.
“Intelligenza cristallizzata”: il talento (la capacità?) di riconoscere ciò che conta, di isolare il segnale significativo dal rumore di fondo. Qualcuno la chiama “saggezza”.

Quarta chiave:
La quarta chiave è rappresentata dall’energia (Qi) e dallo scioglimento di eventuali blocchi energetici a livello corporeo e dalla sua fluida e consapevole circolazione dell’energia attraverso i meridiani.

TAI CHI CHUAN A MESSINA

Il Tai Chi Chuan è un’antica arte marziale cinese caratterizzata da movimenti lenti e fluidi accessibili a tutti.
La sinergia tra respiro e movimento costituisce uno dei cardini della pratica del Tai Chi Chuan che, grazie allo studio sulcontrollo delle emozioni e al miglioramento della concentrazione, viene anche definito come “meditazione in movimento”.
Il Tai Chi Chuan, infine, induce il praticante ad una crescita personale e ad una maggiore conoscenza del proprio corpo grazie allo studio e all’applicazione del Taoismo e della Medicina Tradizionale Cinese.

Il Tai Chi Chuan è adatto per:

– Chi vuole intraprendere un percorso di crescita interiore per vivere in armonia con sé stessi e con gli altri.
– Chi vuole affinare le tecniche attraverso un lento lavoro di perfezionamento dei movimenti.
– Chi vuole percepire e controllare l’energia, riappropriandosi di tante capacità inespresse dell’essere umano.

LO STILE YANG:

Sono diversi gli stili del Tai Chi Chuan, lo stile Yang ha la capacità di essere accessibile a persone di tutte le età e viene impiegato regolarmente per recuperare e/o migliorare la propria condizione psicofisica. Grazie alla sua delicatezza ed efficacia, oggi, lo stile Yang è il più diffuso al mondo.

TAI CHI CHUAN PER STUDENTI

Sempre maggiori studi ci dimostrano i molteplici benefici apportati dal Tai Chi Chuan ad ogni età.

DURANTE GLI ANNI DI STUDI PRATICARE QUESTA ARTE MARZIALE PUÒ GIOVARE AL BENESSERE DEL CORPO, AL PROPRIO STATO EMOTIVO E ALLA CONDIZIONE MENTALE.

Le diverse ore seduti che gli studenti passano tra lezioni e studio possono portare ad assumere rigidità e tensioni fisiche che sfociano in posture errate che si vanno consolidando con il tempo portando a dolori cronici.
La pratica del Tai Chi Chuan aiuta a sciogliere i blocchi e le tensioni presenti a livello dell’apparto locomotorio riuscendo a lenire il dolore e permettendo l’instaurarsi di posture corrette, ergonomiche e fisiologiche che apportano sollievo e una sensazione di benessere fisico non solo durante l’allenamento ma anche nel corso della giornata. Questa disciplina è adatta anche a chi ha avuto operazioni o incidenti.

Nel corso degli anni di studi la vita dello studente può rivelarsi particolarmente stressante, piena di impegni e scadenze da rispettare e, talvolta, questo può sfociare in stati di ansia e di agitazione.
Il praticante di Tai Chi Chuan, grazie ad appositi esercizi e a tecniche meditative, riesce a placare eventuali eccessi emotivi e impara a mantenere lo stato di quiete per tempi sempre maggiori fino a quando, questo stato di calma e controllo delle emozioni, rappresenterà lo stato quotidiano con cui affrontare ogni prova che chi si presenti.

Un ultimo campo dove lo studente riceve molte sollecitazioni è quello cognitivo/attentivo, infatti il processo che, inizia con la singola lezione dove vengono fornite nuove informazioni, prosegue a casa nella con lo studio al fine di poterle memorizzare e assimilare e finisce all’esame (dove bisogna ricordare in modo lucido ed efficace quante più nozioni possibili), spesso, nasconde qualche insidia.
Anche in questo la pratica del Tai Chi Chuan e della meditazione può offrire molti aiuti, infatti, il praticante di questa disciplina acquisisce la capacità di sviluppare un pensiero lucido e focalizzato, ovvero, l’abilità di mantenere il suo focus (la sua attenzione selettiva) su un determinato compito, riuscendo a non lasciarsi distogliere dagli avvenimenti sia esterni che interni. Questa abilità si dimostra fondamentale sia nelle varie fasi di apprendimento ( una nozione viene memorizzata in maniera ottimale non solo con la ripetizione ma, soprattutto, con quanta attenzione e concentrazione vengono eseguite queste ripetizioni) sia in fase d’esame dove rimanere lucidi e concentrati e mantenere al minimo la tensione può portare ad una ottimizzazione degli sforzi fatti in fase di apprendimento.

“La buona fortuna dell’uomo proviene dal fatto che egli coltiva le proprie virtù…”,
questo pensiero caratterizza questa discipline dove il praticante fortifica se stesso e costruisce la sua realtà giorno dopo giorno.

 

Russo Nazareno: Inizia il suo percorso nel mondo marziale all’ età di 10 anni praticando per 11anni il karate stile shotokan; partecipando a diversi stage e gare con ottimi risultati e raggiungendo il grado di cintura nera II dan. Nel 2000 decide di approfondire la pratica degli stili interni, ricercando un maestro di Tai Chi Quan, e nel 2004 inizia il suo percorso con il Maestro Rosaria Catania (allieva diretta del Gran Maestro Li Rong Mei, maggiore esponente dello stile Yang in Europa).

Nel corso degli anni ha partecipato, inoltre, a diverse gara di TaiChi dai regionali fino ai livelli nazionali, ottenendo 4 ori regionali e un terzo posto nazionale. Inoltre segue il suo maestro anche durante i diversi stage con i più illustri maestri di stili interni che gli hanno permesso di affinare la sua tecnica, quali il G.M. Li Rong Mei, il fu maestro Wang Ting Jun, il maestro Huang Shao Song ecc.

Parallelamente inizia anche lo studio del Kung-fu sotto il mastro Domenico Pellegrino che guida, insieme a Rosaria Catania, la scuola dei “Dragoni dell’Etna”.

Nel 2010 consegue l’esame di “cintura nera 1° duan” di TaiChi Quan.

Nel 2015 diventa operatore BLS-D (Rianimatore cardiolpolmonare di base e utilizzo del defribillatore di base).

Nel 2016 supera l’esame di allenatore con l’UIKT (Unione Italiana Kung fu Tradizionale).

Attualmente, oltre approfondire e insegnare il Tai Chi Quan è uno studente di Osteopatia.

Orari

Martedi
13:30 - 14:3019:30 - 21:00
Giovedi
14:30 - 15:3019:30 - 21:00